Febbraio: Cambio Pelle

La pelle è un organo in continua evoluzione: ogni giorno 3-4 grammi di cellule morte sono sostituite da nuove cellule che nascono dagli strati  più profondi il processo è più evidente nella pelle giovane fresca e luminosa.

L’applicazione del peeling chimico sulla pelle accelera questo rinnovamento cellulare stimolando l’esfoliazione e la velocità di rigenerazione. È il trattamento ideale per ridare luminosità e levigatezza alla pelle messa a dura prova da inquinamento e crono-photoaging.

Sono molto efficaci e diffusi i “peeling della pausa pranzo” più soft che coniugano gli agenti esfolianti a agenti anti-ossidanti e rimodellanti del derma.

A seconda del prodotto chimico o  mix di acidi impiegati, si possono attenuare le irregolarità della pelle cioè le rughe superficiali o l’ acne in fase attiva o cicatriziale e le macchie cutanee di varia origine.

La durata del trattamento dipende dalle caratteristiche della pelle, dal problema da trattare e dal prodotto utilizzato. Alla fine della procedura viene applicata una crema lenitiva e si raccomanda di non esporsi ai raggi solari senza un’adeguata protezione SPF50+.

Il ciclo di trattamento prevede 3-4 sedute a intervalli regolari (da 7 a 21 giorni).
Durante l’applicazione è possibile avvertire una sensazione di bruciore, che scompare rapidamente e nei giorni successivi compare  un modesto arrossamento e una desquamazione, più o meno evidenti a seconda delle caratteristiche individuali e del prodotto utilizzato.

680