Guerra all’Aging

La medicina estetica ha indicato compatta una direzione: trattare l’aging  del viso, collo e decolté non è più solamente la correzione delle rughe ma ringiovanire il volto aumentando il  tono e la compattezza dei lineamenti del viso.

Al 17° congresso di Medicina Estetica Agorà di Milano appena concluso, se n’è parlato a lungo. Sono stati presentati nuovi device all’acido Ialuronico, che combinano molecole di acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare, peptidi biomimetici  e Skin Rejuvenating Complex.

La vera innovazione di questi prodotti sta nell’elevata elasticità e resistenza alla compressione dovuta alla presenza dei peptidi, che garantisce un risultato ancora più fresco e naturale. In particolare la presenza di un oligopeptide e un decapeptide promettono una azione illuminante e di contrasto alle iperpigmentazioni della pelle.

L’abilità del medico starà adesso nel diagnosticare correttamente il grado di cronophotoaging, identificare i punti di cedimento del volto e applicare la tecnica di iniezione a microboli nei punti di ancoraggio personalizzandola sul paziente.

Non basta più quindi, parlare di biorivitalizzazione, sarà bene cominciare a familiarizzare con:

  • Biocomplementazione: quando l’ acido ialuronico da supporto al trofismo cellulare;
  • Bioristrutturazione: quando mireremo  al ripristino della struttura collagenica;
  • Biorimodellamento: quando contrasteremo le lassità cutanee;

Sempre nel segno della prevenzione.

467