Settembre: il mese dei buoni propositi

Settembre è il mese dei buoni propositi per la bellezza: si correggono gli “errori” delle vacanze e si imposta la nuova routine di benessere per fare  il pieno di energie positive per l’inverno.

La pelle, In seguito all’esposizione solare, magari senza protezione, presenta ispessimento dello strato corneo con perdita di elasticità e disidratazione. L’incarnato tenderà ad avere un aspetto spento e grigiastro, presentando anche macchie antiestetiche. L’esposizione al sole, particolarmente accentuata durante l’estate, ha favorito la disidratazione della pelle, alterato l’omogeneicità del colorito cutaneo con formazione di macchie ipercromiche, scure, accelerando il fotoinvecchiamento.

A questi danni si aggiunge molto frequentemente la disidratazione della pelle, sia un peggioramento dell’invecchiamento cutaneo dovuto essenzialmente all’inquinamento in-door.

Tre i problemi fondamentali da affrontare e risolvere a partire da settembre:

  • le macchie solari, un inestetismo alquanto comune, causate da una melanogenesi alterata e diseguale che si presenta in prevalenza al viso e decolté;
  • il fotoinvecchiamento;
  • la disidratazione;

Per contrastare  le macchie solari, sono opportune azioni mirate e trattamenti specifici più adatti al nostro tipo di pelle e al suo stato di salute; è importante intervenire a domicilio con prodotti dermato-cosmetici schiarenti abbinati a peeling esfolianti, ricordando che accanto ad un’azione specifica per le ipercromie, si deve impostare una più vasta gamma di trattamenti mirati sia alla reidratazione che all’azione anti-età.

Tra i peeling chimici medicali più responsivi e meglio tollerati si impiegano arbutina, acido cogico e acido azelaico che, oltre a svolgere un’azione levigante, favoriscono il ricambio cellulare della cute macchiata. È fondamentale sottoporsi con costanza e regolarità a trattamenti schiarenti per almeno due – tre mesi: le zone colpite dall’inestetismo andranno assolutamente difese dal sole, anche in autunno e in inverno, con cosmetici con filtri solari a protezione molto alta.

148